Il futuro è in Sudafrica!

perchÉ il sudafrica?

Dalla caduta dell’Apartheid, nel 1994, il Sudafrica sta vivendo un costante sviluppo economico, sociale e culturale.

La Costituzione del Sudafrica, firmata nel 1996, è una delle più progressiste del mondo. Prevede, fra le altre cose, parità di diritti fra le persone di ogni genere, etnia, religione e orientamento. In Sudafrica la Costituzione è visibile nelle Istituzioni e nella struttura del Paese, la parità è davvero applicata e tutti hanno realmente la possibilità di realizzarsi e costruire il proprio futuro.

In soli vent’anni, il Sudafrica è diventato uno Paesi emergenti più dinamici salvaguardando con lungimiranza il territorio e la qualità della vita, ponendo le persone al centro di ogni scelta.

La classe dirigente e politica del Paese è giovane, preparata e libera da condizionamenti. Il mezzo secolo di apartheid è un monito storico molto sentito e nessuno, in Sudafrica, è più disposto a scendere a compromessi che non rispettino i principi di uguaglianza e legalità. La stabilità politica è la garanzia per il futuro.

Il Sudafrica fa parte del G20 e del BRICS, protagonista attivo dell’economia e della diplomazia internazionale. I summit organizzati in Sudafrica sono sempre un successo, diretta conseguenza della dinamica vitalità del Paese.

La coppa del mondo di rugby del 1995 e i mondiali di calcio del 2010 sono esempi vistosi della capacità del Paese di organizzare eventi internazionali, non solo sportivi. La Borsa di Johannesburg è fra le prime del mondo e il sistema finanziario è efficiente, accessibile e inserito in una rete internazionale di primo livello.
Le infrastrutture, moderne e capillari, consentono l’accoglienza e il facile spostamento di persone e merci all’interno del Paese e con il resto del mondo.

Turismo, università, cultura, ricerca, innovazione sono pilastri solidi su cui il Sudafrica sta costruendo il futuro. Il Sudafrica è la porta d’accesso all’intero continente, punto di riferimento e garante delle potenzialità di ogni Paese africano.

L’Europa sa da tempo che il futuro è fuori dai propri confini. L’Associazione Italia-Sudafrica aiuta le imprese italiane a stare al passo con i tempi e le sostiene nel confronto con i concorrenti europei ed extraeuropei.

Conoscere per capire.
Sapere per crescere
.

Vieni in Sudafrica!

sudafrica

 

DATI AMMINISTRATIVI
Nome ufficiale: Repubblica del Sudafrica
Lingue uffciali: 11 lingue ufficiali, l’inglese è la lingua utilizzata per il business
Capitale: Pretoria (amministrativa)
Città del Capo (legislativa)
Bloemfontein (giudiziaria)
   
POLITICA
Forma di governo: Repubblica parlamentare
Presidente: Jacob Zuma
   
SUPERFICIE
Totale: 1.219.090 km2
   
POPOLAZIONE
Totale: 50.132.817 ab. (2012)
Densità: 40 ab./km2
   
ECONOMIA
Valuta: Rand
PIL: 564.49 milioni di $ (2009)
PIL pro capite: 10.970 $ 2011)
   
   

personaggi illustri

La storia insegna che il Sudafrica è una fucina di Grandi Persone, parte di un popolo tenace e orgoglioso, con i piedi ben piantanti sulla terra calda e la mente sempre dotata di linfa fertile. Non a caso il Sudafrica ha contribuito all’Umanità con numerosi premi Nobel e personalità eccellenti.

Nelson Mandela

Premio Nobel per la pace

Politico.
wikipedia

Frederik Willem de Klerk

Premio Nobel per la pace

Politico.
wikipedia

Desmond Tutu

Premio Nobel per la pace

Arcivescovo anglicano .
wikipedia

Albert John Lutuli

Premio Nobel per la pace

Politico.
wikipedia

Oliver Tambo

Presidente ANC

Politico.
wikipedia

Steven Bantu Biko

Attivista anti-apartheid

Politico.
wikipedia

Jan Smuts

Militare e Politico

Politico.
wikipedia

Christiaan Barnard

Primo trapianto cardiaco

Cardiochirurgo.
wikipedia

Nadine Gordimer

Premio Nobel per la letteratura

Scrittrice.
wikipedia

John Maxwell Coetzee

Premio Nobel per la letteratura

Scrittore.
wikipedia

Charlize Theron

Premio Oscar

Attrice.
wikipedia

Miriam Makeba

Delegata alle Nazioni Unite

Cantante.
wikipedia

il sudafrica in breve

  • Secondo la African Development Bank nel 2013 la crescita media prevista per l'Africa Sub-Sahariana sarà del 6,6% ed Ernst & Young ha stimato che gli investimenti diretti in Africa raggiungeranno 150 miliardi di dollari entro il 2015 spinti dalla forte crescita di nuovi progetti.

     

  • Entro il 2015 saranno africani 7 dei 10 Stati a maggiore crescita e si prevede che il PIL del continente passerà dagli attuali 2mila miliardi di dollari a 30mila nel 2050, quando l'Africa conterà un abitante su quattro del pianeta.

     

  • Per il 2012 la Banca Mondiale colloca il Sudafrica al 39° posto nel mondo (dei 185 paesi analizzati) per la facilità con cui vi si possono fare affari.

     

  • La Borsa di Johannesburg (JSE) è la più grande e sviluppata dell'Africa, ed è all'ottavo posto tra le nazioni del G20, sopra tutti i paesi del G7.

     

  • Il World Competitiveness Yearbook 2012 (Annuario Mondiale di Competitività) ha assegnato al Sudafrica ( rispetto a una rosa di 139 paesi ) un buon punteggio in varie categorie singole, collocandolo globalmente al 50° posto.

     

  • Nell'agosto 2008 il Sudafrica ha firmato l'accordo di libero scambio SADC che rappresenta un mercato di 200 milioni di consumatori.

     

  • In futuro si prevede una maggiore integrazione fra i tre maggiori blocchi commerciali regionali (SADC, COMESA e EAC), un potenziale mercato di 700 milioni di consumatori.

     

  • Il Paese possiede: 80% delle riserve globali di manganese, 72% di cromo, 88% di platinoidi (PGMs), 40% di oro e 27% di vanadio.

     

  • Il Sudafrica è una delle 26 nazioni industrializzate del mondo.

     

  • Il Sudafrica è la più grande economia del continente africano, equivalente in valore al 25% del suo PIL.

     

  • L’Africa e l'Asia, non sono in recessione ma in ascesa.

     

  • Il Sudafrica è una potenza economica con un PIL pari al 25% del totale del continente e un tasso di crescita atteso del 3.1%. Il Paese guida il continente nella produzione industriale (40% del totale dell’Africa) e nella produzione mineraria (45% della produzione totale), producendo la maggior parte dell’energia elettrica dell’Africa (oltre il 50%).
    Grazie a questi risultati, nel 2010 il Sudafrica è entrato a far parte dei BRICS insieme a Brasile, Russia, India e Cina.
    Oggi il Paese offre grandi opportunità nella costruzione di infrastrutture (ferrovie, strade, sistemi per l’energia e le risorse idriche), ma anche nel settore delle energie rinnovabili e dell’agroindustria, offrendo grandi opportunità di scambi e partnership economiche.

     

  • Prossimità ai mercati via mare: Liverpool - 25 giorni, New York - 20 giorni, Buenos Aires - 11 giorni, Geda - 20 giorni, India - 10 giorni, Singapore - 12 giorni, Hong Kong - 25 giorni.

     

  • L'Italia si colloca tra i primi 15 partner commerciali più importanti del Sudafrica. I partner principali per il Sudafrica sono la Cina seguita da Stati Uniti, Germania, Giappone e Regno Unito.
    Il Sudafrica dà molta importanza agli scambi commerciali con l'Italia, che nel periodo da gennaio a settembre 2012 hanno raggiunto un totale di circa 2,7 miliardi di Euro, con un bilancio positivo a favore del Sudafrica. Vi è inoltre una presenza stabile e in crescita di aziende italiane che investono nel paese.